ICS Onlus

Mio fratello maggiore


PROGETTO FRATELLO MAGGIORE

Verifica di fine anno 2017

Incontro con i genitori

MIO FRATELLO MAGGIORE

Incontro di verifica con i tutor del progetto

Giovedì 7 giugno, si è svolto nel cortile di River Garden, l’incontro di verifica con i tutor che hanno partecipato al progetto MIO FRELLO MAGGIORE che riceve finanziamenti dal Comune destinando una parte del 5 per mille al Cissaca, dalla manifestazione Stralessandria che ha confermato il sostegno anche per il prossimo anno scolastico grazie all’edizione disputata il 12 maggio 2017; la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e la Compagnia di San Paolo tramite il Bando “Kit – Stiamo tutti bene 2016: Educare bene per crescere meglio”. L’appuntamento ha visto una buona partecipazione degli studenti che hanno seguito nei compiti ben 145 bambini e ragazzi frequentanti le scuole della nostra città, ha consentito agli organizzatori (ICS e Cissaca) di raccogliere osservazioni e riflessioni a caldo, dopo cinque mesi di impegno e costruzione di relazioni profonde. La maggioranza dei tutor ha portato pensieri dedicati ai ragazzini seguiti: la preoccupazione di non aver coinvolto tutti, la gioia di aver fatto migliorare i voti in pagella, di aver facilitato la comprensione di calcoli e formule matematiche, di aver sperimentato schemi e riti per mantenere alta l’attenzione, la delusione e lo scontro contro un improvviso calo di motivazione di alcuni. Si è condivisa l’idea che il ragazzo che conosciamo si presenta come la punta di un iceberg e che la maggior parte delle informazioni che lo riguardano rimane nascosta, pertanto diventa fondamentale non giudicarlo né colpevolizzarlo, ma affrontare le sue difficoltà pensando al suo contesto di riferimento e alla dimensione sociale dei suoi problemi. La relazione con i genitori dei ragazzi viene segnalata come fonte di gratificazione, perché è elevato l’investimento di tante famiglie nei confronti dell’istruzione, come è forte la sofferenza di tante madri che non riescono ad assolvere ai compiti richiesti dalle scuole. Il bilancio di questa edizione, la terza, del progetto denominato “MO FRATELLO MAGGIORE” è nuovamente positivo e incita gli organizzatori a ripeterlo mantenendo inalterata la formula della relazione personalizzata tra tutor e bambino/ragazzo. Molto è il lavoro ancora da compiere: dalla ricerca dei fondi, ad un maggior interessamento delle scuole che ci segnalano gli alunni da sostenere, ad un più intenso coinvolgimento dei tutor perché estendano la loro partecipazione anche agli eventi collegati al progetto e contribuiscano a diffondere un messaggio positivo circa il ruolo che i giovani possono esercitare per contrastare le disuguaglianze e combattere la dispersione scolastica. Ma i risultati concreti ottenuti e la rete costruita, una rete fitta di persone, indicano nella prosecuzione del progetto la strada maestra da seguire... Il gruppo di lavoro del progetto Marina Fasciolo, Mohamed Ed Derras, Francesca Brancato, Irma Ricci, Jlenia Zambruno e Lorenzina Zulato ringraziano i tutor, le famiglie, gli alunni per aver permesso di fare questa esperienza arricchente per tutti.

FESTA DI FINE PROGETTO 2017

fasi di consegna degli attestati ai ragazzi

20 Maggio 2017 – Intervento di supporto individuale rivolto a ragazzi in difficoltà scolastica. L’invito era rivolto agli alunni, alle famiglie e ai tutor delle cinque sedi cittadine che da gennaio ci hanno ospitato per fare i compiti. L’incontro di fine progetto è un’occasione importante per consolidare i rapporti tra i responsabili del progetto e le famiglie che vedono la nostra presenza come un punto di riferimento qui, nel territorio. Offre una speranza. Fa sentire le famiglie meno sole nell’affrontare le difficoltà quotidiane che hanno a che fare con l’istituzione scolastica. Francamente considero questo momento di festa un passo importante per condividere, accogliere integrare.

fasi di consegna degli attestati ai ragazzi che hanno partecipato al progetto Mio fratello maggiore